Abbuffata delle feste

Condividere sui social network:

È sempre difficile resistere al buon cibo. È ancora più difficile farlo nel periodo di Natale o Capodanno, quando numerose celebrazioni e festeggiamenti sono accompagnati da (troppo) abbondanti quantità dei cibi e manicaretti che preferiamo. Quindi, una volta che torniamo a regime, al più tardi a gennaio, è difficile evitare una brutta sensazione e soprattutto il morso di coscienza causato dall’aumento di peso. E se vi chiedete se sia possibile invertire questa tendenza, abbiamo buone notizie per voi: certo che si! Anche se è quasi inevitabile regalarsi qualche manicaretto in più durante le feste (e va bene così! ;), esiste comunque il modo per cui anche i più golosi possono ridurre l’assunzione di calorie e non solo nel periodo delle feste, ma tutti i giorni! 

Abbuffarsi per diversi giorni ha un costo da pagare

Se ci sediamo ad una tavola imbandita con ottimi cibi, c’è una seria probabilità che ci concederemo più di quello che faremo normalmente. Nel periodo delle feste questo si può verificare non solo qualche volta alla settimana, ma anche qualche volta al giorno. Non è superfluo sottolineare che il cibo che mangiamo durante le feste è generalmente più calorico del cibo consumato abitualmente: ha più grassi, sale, zuccheri… Il consumo eccessivo di tali cibi e bevande esercita di per sé una grande pressione sul fegato e sull’apparato digerente, il che per molti è causa di gonfiore, costipazione e malessere. La sensazione di avere lo stomaco pieno è spesso accompagnata dalla digestione lenta, che può rapidamente rovinarci l’umore. 

Ma allora, come mangiare in modo più intelligente ed evitare tali problemi? E cosa è bene fare se comunque ci lasciamo prendere un po’ la mano e siamo precipitosi?

Come prevenire l’eccessivo consumo di cibo?

Il cibo avvicina le persone, migliora l’umore, evoca ricordi e può avere molti altri effetti positivi, ma questo è vero solo se ci atteniamo alla giusta misura quando mangiamo. Poiché questo è molto più facile a dirsi che a farsi, in questo articolo daremo degli utilissimi consigli con l’aiuto dei quali resisterete molto più facilmente ad una porzione aggiuntiva a pranzo, ad uno spuntino veloce a mezzanotte o ad una “cena poco sana”. 

Mangiate di più quelle cose che potete mangiare di meno

Inserite nella vostra dieta quanti più alimenti ricchi di fibre e poveri di calorie. Rientrano in questo gruppo: pompelmi, insalata verde, cetrioli, cavolo, verza, spinaci, broccoli, fagioli, lenticchie… Potete mangiare maggiori quantità di questi alimenti, e consumandoli arriverete velocemente a sentirvi sazi e non sentirete un gran bisogno di quei cibi che apporterebbero molte più calorie al vostro organismo. 

Consumare cibi con più fibra vi farà anche sentire sazi più a lungo. Ad esempio, se per colazione mangiate fiocchi d’avena con frutta fresca e secca, per pranzo mangerete meno che non se aveste fatto colazione con una scodella piena di fiocchi di mais o di un altro tipo di cereali con molti zuccheri aggiunti. Volete sapere ancora un altro trucco? Aggiungete ad ogni pasto almeno un po’ di frutta e verdura! 

Un gruppo di amici sta gustando cibo delizioso in un ristorante.

Fate pasti regolari

Sapete già che vi attendete un’abbondante cena festiva e per questo pensate di saltare il pranzo? Errore! Mentre saltare i pasti in modo programmato (metodo del digiuno intermittente, ovvero intermittent fasting) può portare ai risultati desiderati, un’alimentazione irregolare spesso ha un effetto contrario a quello desiderato. Ad esempio, se non mangiata assolutamente niente tutto il giorno sarà molto più elevata la probabilità di mangiare troppo a cena, preferibilmente cibi grassi e difficili da digerire. É meglio fare dei pasti più piccoli durante il giorno in modo da sentirsi parzialmente sazi prima di cena così sarà più facile “fermarsi” in tempo. Le persone spesso saltano i pasti per ridurre l’assunzione di calorie e poi ricorrono a spuntini veloci come biscotti, patatine e barrette di cioccolato quando hanno fame, finendo per superare di gran lunga il valore calorico di un pasto sano ed equilibrato. 

Circondatevi di persone cha mangiano meno

Molti studi hanno dimostrato che le persone spesso adattano la portata dei loro pasti a quelli delle persone con cui pasteggiano. Certo, durante le feste è impossibile evitare di far visita a parenti che amano servirci porzioni più abbondanti, ma se un piatto delizioso è troppo allettante per voi, ad un cenone potrà esservi d’aiuto sedervi a tavola con quelle persone che mangiano un po’ meno. 

Non distraetevi e concentratevi sul cibo

Insieme a numerosi doni, arrivano nelle nostre case anche generose quantità di dolci, le dispense sono piene di spuntini avanzati dai festeggiamenti o ancora “in attesa di ospiti” … Così nelle lunghe sere d’inverno, ci piace accoccolarci davanti alla TV o al computer e servirci varie prelibatezze, e mentre ci godiamo un film ricco di suspense ci dimentichiamo rapidamente di tutto e svuotiamo l’intero sacchetto di patatine o la scatola di praline. Se volete evitare “”di farvi una ramanzina da soli”” quando vi rendete conto di aver esaurito la scorta settimanale di snack durante la serata film dell’altra notte, concedetevi piuttosto di godervi consapevolmente delle prelibatezze, senza distrazioni. Mangiate lentamente e provate a godervi ogni boccone. Aiuta anche misurare e preparare in anticipo le porzioni dei propri adorati “spuntini poco sani”. Potete mettere in una scodella una quantità minore di patatine e lasciare il resto nella busta che rimetterete in dispensa per la prossima volta. E se proprio non riuscite a guardare un film senza sgranocchiare qualcosa, pensate a delle alternative più sane: chips di mela, frutta secca senza sale, listelli di carota… 

Mantenete un livello normale di zuccheri nel sangue

Se mangiate molto pane bianco, dolci e altri cibi con un indice glicemico elevato, il livello di zuccheri nel sangue aumenterà improvvisamente, e dopo scenderà di nuovo. Tali variazioni aumentano la sensazione di appetito e questo porta a mangiare troppo spesso.  Se volete tenere sotto controllo il livello di zuccheri nel sangue, mangiate cibi con un basso indice glicemico, come fagioli, riso integrale e fiocchi d’avena. 

Mangiate piano e godetevi il cibo

Sappiamo tutti che quando arriva a tavola il vassoio con i dolci delle feste, spesso all’improvviso ci si lancia “all’attacco”. Tuttavia, mangiando lentamente diamo al corpo tempo a sufficienza perché informi il cervello del fatto che abbiamo mangiato abbastanza. Pertanto, nonostante il pasto abbondante, vale la pena prendersi un momento per fare un respiro profondo e masticare bene ogni boccone. In tal modo vi sentirete sazi prima e sarà più facile resistere alla tentazione di ulteriori porzioni superflue. Chiaramente, mangiare lentamente è un’abilità che richiede pratica. Ma non dovete arrendervi, tenete duro e ce la farete in tempi brevi. 

Attenzione all’alcol

Un eccessivo consumo di alcolici produce numerosi effetti negativi che non è necessario sottolineare specificamente. Ma per tutti coloro che amano abbuffarsi è importante sapere che elevate quantità di alcolici aumentano la sensazione di appetito. 

Tra i pasti bevete acqua o tè non zuccherato

Se bevete più acqua prima e durante i pasti, il vostro stomaco si dilaterà, inizierete a sentirvi sazi prima, anche prima di metter giù le posate. Se non siete dei grandi amanti dell’acqua provate altre bevande poco caloriche come la limonata o il tè non zuccherati. 

Usate piatti più piccoli

Spesso adeguiamo le porzioni del cibo alle dimensioni del piatto. Inoltre, anche una porzione relativamente grande può sembrare piccola su un piatto enorme, quindi fate attenzione. Se avete paura di mangiare troppo, è meglio servire il cibo su piatti leggermente più piccoli. Quando finite la porzione sul vostro piatto, potete fermarvi e valutare se avete ancora fame e, se necessario, mangiare ancora un po’. 

Non limitatevi

Promettere che non toccherete più cioccolato, pasticcini, patatine o dolci fritti… Per la maggior parte di noi questa è una missione impossibile. Inoltre, rinunciare completamente a determinati alimenti e piatti che amiamo potrebbe creare una sensazione come di privazione, che col tempo porta a mangiare questi piatti in maniera eccessiva. Pertanto, per quanto strano possa sembrare, concedetevi uno sfogo! Una fetta di torta, un biscotto, oppure un pasto al fast food ogni tanto non farà danni se la vostra dieta è basata su una dieta equilibrata, con cibi non trasformati e ricchi di fibre. 

Primo soccorso in caso di abbuffata: Donat

Poiché di tanto in tanto tutti si lasciano prendere la mano, è bene sapere come possiamo aiutarci se appesantiamo il nostro apparato digerente con una grande quantità di prelibatezze difficili da digerire. Anche in questo caso la nostra prima linea di difesa contro la costipazione è Donat. Si tratta di un lassativo osmotico del tutto naturale, il cui effetto eccezionale è dovuto principalmente ai sali solfati. Essi attraggono l’acqua nell’intestino crasso aumentando il volume delle feci che, a sua volta, stimola l’intestino. L’aumento della quantità d’acqua nell’intestino crasso ammorbidisce le feci rendendo decisamente più facile la defecazione.

Come godere dell’acqua Donat liberandosi allo stesso tempo della costipazione dei periodi festivi?

Per far sì che l’intestino si liberi senza sforzo e per stimolarne il buon funzionamento, bevete 0,2 – 0,3 litri di acqua Donat al mattino a stomaco vuoto e 0,2 litri prima di cena. Idealmente, Donat dovrebbe essere bevuta calda (riscaldata a temperatura corporea), ma può essere bevuta anche a temperatura ambiente. Il consumo quotidiano di acqua Donat stimolerà i movimenti intestinali in modo del tutto naturale e la sua efficacia e sicurezza sono state dimostrate clinicamente.

Durante le feste non è il momento di fare rinunce, ma è bene sapere che è disponibile un aiuto naturale. L’acqua Donat rappresenta il primo soccorso nella lotta contro la digestione lenta, il gonfiore e la costipazione. E a tutti coloro che sentono una sgradevole pesantezza dopo i pasti, Donat darà sollievo nel vero senso della parola.

Oltre a Donat, come soluzione naturale per stimolare la digestione, non dovete comunque dimenticare l’importanza di un’alimentazione varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano.

Domande frequenti

1. Perché mangiare troppo durante le feste è dannoso per l’organismo?

Se consumiamo quantità eccessive di cibo difficile da digerire per diversi giorni di seguito, aumentano le probabilità di avere problemi digestivi come la costipazione, il gonfiore, la sensazione di non aver liberato del tutto il proprio intestino, ecc.

2. Come evitare di mangiare troppo durante le feste e in generale?

É molto importante inserire nei propri pasti dei cibi ricchi di fibre, che ci sazieranno prima, e bere molta acqua o bevande non zuccherate. Inoltre, è importante masticare lentamente, non mangiare snack direttamente dalla busta o dal pacco, ma misurarne preventivamente le quantità. Allo stesso modo è utile usare piatti e posate più piccoli e mangiare pasti regolari, ovvero fare più spesso pasti più piccoli, e alle feste o riunioni di gruppo circondarsi di quelle persone che mangiano meno di noi.

3. Come possiamo favorire la digestione se qualche volta mangiamo troppo?

L’arma migliore contro il gonfiore e la costipazione è l’acqua Donat, un lassativo osmotico naturale la cui efficacia è stata testata clinicamente e non provoca né dipendenza né effetti collaterali.

4. Come ci aiuta Donat in caso di abbuffata?

L’effetto dell’acqua Donat nel favorire le funzioni digestive è dovuto principalmente ai sali solfati che attraggono l’acqua nell’intestino crasso. Ciò determina l’aumento del volume delle feci favorendo le funzioni intestinali.

5. Come bere l’acqua Donat se vogliamo favorire la digestione?

Per far sì che l’intestino si svuoti senza sforzo e per stimolarne il buon funzionamento, bevete 0,2 – 0,3 litri di acqua Donat al mattino a stomaco vuoto e 0,2 litri prima di cena. Idealmente, Donat dovrebbe essere bevuta calda (riscaldata a temperatura corporea), ma può anche essere a temperatura ambiente. É possibile bere l’acqua Donat tutti i giorni.

Seleziona il capitolo:

Utilizzare il Bicarbonato Contro il Bruciore di Stomaco: È efficace?

    Pridružite se
    Donat programom

    Prijavite se na brezplačne programe Donat,
    ki vam bodo pomagali pri razstrupljanju in
    krepitvi vašega imunskega sistema.